FIR: da domani si possono fare le domande

FIR: da domani si possono fare le domande

Mercoledì 21 Agosto ore 21:00 circa. Siamo sempre nell’ufficio dell’Associazione Noi che credevamo…

Perché questo video a quest’ora? Perché qualche ora fa ci è arrivata notizia e abbiamo avuto conferma con la Gazzetta Ufficiale, che verrà fisicamente pubblicata domani, che ha all’interno il terzo decreto attuativo per il FIR, Fondo Indennizzo Risparmiatori. Quindi sarà attivata la piattaform e sarà possibile per tutti fare la domanda.

Da domani scattano i 180 giorni per poter fare la richiesta di indennizzo al 30% che vale per TUTTI, TUTTE LE PERSONE FISICHE SENZA NESSUN LIMITE, comprese micro-imprese, compresi coltivatori diretti e compresi un sacco di soggetti che, finalmente, potranno vedere ristorato, in parte, il maltolto.

Per noi questo è un punto di svolta. Questa giornata di domani sarà un punto di svolta per una battaglia che è durata 4 anni e che non finisce, comuque, domani.

Volevo ringraziare per questo punto di svolta e per questo risultato che è arrivato (che non è “il risultato”, ma è “un risultato”) tutti i membri della nostra associazione che è la più grande e numerosa di piccoli risparmiatori d’Italia.

Volevo poi, ed è doveroso, un ringraziamento ai 2 vice-premier, Ministro Salvini e Ministro Di Maio, che con noi, loro due soprattutto, hanno voluto questo fondo come l’abbiamo voluto noi, sostenendoci guardando sempre all’obiettivo e arrivando coerentemente fino in fondo.

Questi ringraziamenti sono dovuti e, domani, comperatevi la Gazzetta Ufficiale per leggere il terzo Decreto Attuativo. E’ un giorno storico per tutti i risparmiatori. Non è l’ultimo giorno di battaglia perché, come sapete, altre cose ci aspettano… una Commissione Banche decente e andare in Europa a chiedere l’innalzamento da 100.000 a 200.000€ …

Comunque la prima tappa importante è arrivata.

Rimanete con noi perché a tutti i nostri soci faremo avere un vademecum per capire bene come andare nel sito della CONSAP e capire bene come fare richiesta di accesso. Nel frattempo andate nella banca ove avete il dossier titoli e fare richiesta dei documenti necessari per la richiesta del fondo.

Da domani il sito CONSAP sarà attivo e potrete comunque dare un’occhiata per vedere come fare la richiesta. In ogni caso noi, a breve, forniremo il vademecum.

State sempre connessi e… intanto una cosa è arrivata. Buona serata


ATTENZIONE: NOTIZIE DA ROMA

Notizia appena arrivata da Roma: domani sarà pubblicato in Gazzetta l’ultimo Decreto Attuativo del FIR (Fondo Indennizzo Risparmiatori) e sarà attivato il sito CONSAP per richiedere i rimborsi al 30%.

Ringraziamo sentitamente i 2 ex VicePremier, Ministri Salvini e Di Maio che hanno fortemente voluto con noi questo Fondo che rappresenta un punto di svolta dopo più di 4 anni di battaglie.


Il GOVERNO CHE VERRA’ …

Ieri il Premier Conte ha rassegnato le dimissioni e dall’ufficio dell’associazione Noi che credevamo, l’associazione di medio-piccoli risparmiatori più grande d’Italia, vogliamo lanciare un annuncio.

In queste ore siamo abbastanza preoccupati perché non vogliamo entrare nella discussione politica ma, un’osservazione seria vogliamo farla. Siamo preoccupati che da queste consultazioni possa nascere un Governo sorretto dai voti del Sen. Renzi e dell’On. Boschi. Questo perché la nostra storia ci insegna che nei Governi in cui loro avevano poltrone e voti, i risparmiatori hanno avuto solo da rimetterci.

Ricordiamo che, con il loro Governo, sono state cancellate 5 banche, ricordiamo che sono stati cancellati miliardi di risparmi sempre con i Governi dove loro avevano poltrone e voti, ricordiamo la Commissione Banche che è stata fatta sempre con loro e che ha portato a un nulla di fatto, situazioni molto fumose e ambigue…due pesi e due misure…ricordiamo il caso di Monte Paschi di Siena e, invece, la cancellazione di Popolare di Vicenza, Veneto Banca ed Etruria… sono molte cose che ci fanno pensare e ci fanno preoccupare.

Speriamo vivamente, per il meglio del Paese, che si faccia una scelta ponderata per tutti. Crediamo nelle Istituzioni, siamo però preoccupati che possa nascere un Governo sostenuto da Renzi, Boschi e dai loro amichetti delle Banche.

Stiamo in attesa, stiamo a vedere e incrociamo le dita perché ancora molto c’è da fare, c’è da fare una Commissione seria e non fumosa come quella che è stata fatta, ci sono i rimborsi che devono essere pubblicati in Gazzetta e devono partire senza alcun tipo di ritardo o modifica, ci sono altre banche che stanno soffrendo e sono sofferenti, c’è da andare in Europa a discutere l’innalzamento del tetto a 200.000€ per i rimborsi … ci sono diverse cosa da fare con il prossimo Governo che viene.

Quindi incrociamo le dita, avanti tutta, in bocca al lupo a tutti e restate collegati con noi. Grazie.


FIR: Corte dei conti OK…

Ieri, 13 Agosto, abbiamo ricevuto conferma scritta dalla Corte dei conti che, per quanto riguarda il Decreto Ministeriale concernente le istanze d’indennizzo F.I.R., l’iter del controllo si è concluso e l’atto è stato registrato in data 9/08/2019.

Nonostante la crisi di Governo, la procedura del Fondo Indennizzo Risparmiatori sta andando avanti velocemente.

Manca la pubblicazione in Gazzetta che è lecito attendersi a breve.

Buon Ferragosto a tutti.



FIR e crisi di Governo…

La firma del Ministro Tria, ultimo atto prima della crisi di Governo.
Ringraziamo il Governo per tutto quello che ha fatto in questo anno e mezzo assieme a noi…
Attendiamo ora OK Conte dei Conti e pubblicazione in Gazzetta.
Poi grande riunione informativa…per spiegare come procedere per richiedere rimborsi…


FIR: firmato terzo decreto…

Fondo Indennizzo Risparmiatori. Il terzo decreto è stato firmato dal Ministro Tria e ora manca via libera Corte dei Conti, pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e piattaforma. Poi inizieranno a decorrere i 180gg all’interno dei quali sarà possibile presentare domanda.


La verità storica e la “versione Baretta” sulle Popolari Venete… Chi vincerà?


In questi giorni di caldo estremo assistiamo e leggiamo dalle pagine di un giornale di una strana ricostruzione storico politica della vicenda Veneto Banca e Popolare di Vicenza..

L’ex sottosegretario renziano infatti ricostruisce alcune tappe della vicenda dicendo:” il Governo (Renzi) salvò i risparmi e migliaia di posti di lavoro” e ancora…. “I capitani d’impresa veneti furono sordi all’invito” (aumento.di capitale).

Carissimo ricorderà di “noi che credevamo” associazione di risparmiatori che più volte ha incontrato a Roma… Ebbene restando fuori dalla polemica politica, vorremmo farle qualche appunto e considerazione.
Innanzitutto se il suo Governo ha tutelato i risparmi, non si capisce cosa sia stato bruciato nel capitale delle due banche… e nn credo siano soldi del monopoli…

Le ricordo inoltre che più volte ha richiesto lei l’intervento sì dei capitani di industria veneti, ma in un momento di assoluta opacità della gestione delle banche, quando cioè, ad esempio, il dott. Iorio affermava di aspettarsi 1500 milioni di apporto di nuovo capitale per risolvere la situazione nella Popolare di Vicenza… quando poi entrò il fondo da voi previsto (Atlante) lo stesso amministratore Penati descrisse il piano di salvataggio come libro dei sogni… quando solo le operazioni baciate ammontavano a più di 1miliardo…
A queste condizioni quale capitano con un minimo di sale in testa avrebbe risposto alla richiesta di un Governo che appoggiava stramberie e proclami del genere…?

Non sono mancati i capitani veneti. Sono mancate verità e chiarezza e il supporto dei 2 soggetti (Unicredit e Intesa) che avevano sottoscritto l’inoptato…
È mancata poi la giustizia sempre da parte vostra quando avete deciso di non verificare in maniera approfondita le posizioni di Consob e Banca d’Italia poiché, se è vero che la gestione delle banche è stata disastrosa, altrettanto lo è stato il controllo che lo Sstato tramite i suoi organi deve garantire..

E con il secretamento dei dati della Commissione Banche da Voi voluta avete reso ingiustizia a migliaia di vittime che ancora oggi non possono sapere chi ha e dove sono i soldi che sono spariti dalle Banche Venete..

I processi avranno il loro corso e la storia il proprio giudizio…

Lei tenga pure la sua versione. Le servirà a dormire la sera, ma non a convincere noi che con Lei e molti altri abbiamo vissuto e subito la vicenda.


Incontro FIR Vicenza del 25/07/2019

Punti salienti dell’Incontro del 25/07/2019 a Vicenza su Fondo Indennizzo Risparmiatori. Per ora la cosa più importante da sapere è che TUTTI possono (e devono) fare domanda.
Non preoccupatevi dei tecnicismi. Servono alcuni documenti che saranno più chiari quando sarà aperta la piattaforma online.
Ai nostri soci distribuiremo un vademecum in modo che, chi vuole, potrà farsi la richiesta di indennizzo GRATIS da casa. Per chi non se la sente di fare da sè, metteremo a disposizione un team di professionisti che, a costi contenuti e senza chiedere una percentuale a risultato (cosa che riteniamo assolutamente assurda e infame), vi aiuterenno a fare richiesta.
#FondoIndenizziRisparmiatori #FIR #noichecredevamo #LuigiUgone #avvAndreaFilippini


PER TUTTI I RISPARMIATORI BANCHE VENETE CHE …

Per tutti i risparmiatori Banche Venete che stanno ricevendo lettere dalle società nelle foto in allegato o telefonate dalle medesime… Contattateci senza problemi.. Possiamo esservi utili