COMUNICATO STAMPA DEL 6 giugno 2019

COMUNICATO STAMPA DEL 6 giugno 2019

Jpeg

Oggi a perorare i rimborsi per i risparmiatori con il Ministro Salvini all’inaugurazione della Pedemontana. Il Ministro conferma “ABBIAMO FATTO Il 99%. ADESSO QUALCHE GIORNO E FAREMO IL LAVORO. CI AGGIORNIAMO A GIORNI”.

Sempre avanti. Non molliamo mai !!!


Ennesima disinformazione sulle banche pagata nel canone Rai

Ieri da Vespa ennesima infamia sui risparmiatori fatta dal direttore del Sole24ore Fabio Tamburini che assieme al fortunato Giornalista che è riuscito a vendere le sue quote di Veneto Banca, dicevano testualmente:

Vespa: “E’ una soluzione equa?”
Tamburini: “Equa per chi ha sottoscritto quelle azioni essendo stato truffato. Per chi invece ha sottoscritto azioni, come dovrebbe sottoscrivere chiunque fa investimenti in borsa e cioè prendendo atto di un rischio che si corre quando si comprano titoli azionari, è un po’ forse ingiusto che siano i contribuenti a pagare”

Porta a porta del 10/04/2019 – 34’ 03’’
https://www.raiplay.it/video/2019/04/Porta-a-Porta-c21c40fc-a2fb-46ad-b29c-0d71dd76681a.html


Siamo tornati alla preistoria dell’informazione dove il Direttore del Sole24ore spiegava che non è giusto rimborsare chi ha comprato azioni in borsa…

Direttori, visti i ruoli e gli stipendi, informatevi.



Il nostro pressing continua…

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/03/23/salvini-tria-firmi-il-decreto-sui-rimborsi-agli-investitori-delle-banche_481c8a7b-d979-438c-9974-8d6b52b5b631.html?fbclid=IwAR3cSnOoIj7A16usHhdyhVWU_pEIeBBKGDjHmEYl2yBgLHuIxb_0sMCgaj0

Il nostro pressing continua…e qualche effetto arriva….
La commissione Europea non è infallibile abbiamo scoperto… Adesso però non vi sono più alibi…
Servono i decreti e non nella versione che piace All’Europa… ma in quella che piace ai risparmiatori.


L’errore di Bruxelles ha fatto fallire le 4 banche…

Banca Marche, CariChieti, Banca Etruria, CariFerrara

https://www.huffingtonpost.it/2019/03/19/lerrore-di-bruxelles-ha-fatto-fallire-le-quattro-banche-la-corte-ue-decisione-della-commissione-su-tercas-va-annullata_a_23695567/

Come volevasi dimostrare non esiste organo infallibile neppure in Europa, neppure la Commissione.
Migliaia di risparmiatori hanno subito danni enormi per una decisione illegittima della dirigenza dell’Europa in merito a presunti aiuti di Stato inesistenti nel caso delle 4 banche.
Ora non facciamo lo stesso errore con la norma sui rimborsi per i risparmiatori, il Governo non deve lasciare che ci sia la possibilità di un nuovo e irrecuperabile errore sulla pelle di migliaia di famiglie.

Chiediamo al premier Conte e ai 2 Vicepremier di accelerare i tempi sulle verifiche di Bruxelles e vigilare, la commissione non ha sempre ragione.


Banche: Villarosa, decreto non appena risolte questioni con Ue

https://it.finance.yahoo.com/notizie/banche-villarosa-decreto-ristoro-risparmiatori-su-tavolo-tria-122026138.html

Apprendiamo finalmente il motivo del ritardo dei decreti.. Ma proprio perché avevamo intuito il motivo reale della visita a Roma della Commissaria Vestager abbiamo, nei giorni scorsi, chiesto ufficialmente un incontro con la stessa per spiegare la situazione dei risparmiatpri italiani anche all’Europa…
Come vedete dai fatti, siamo sempre sul pezzo e continueremo a spingere su tutti i fronti senza risparmiarci una soluzione per tutti i risparmiatori.



Lettera al dr. Carlo Messina

Italian bank Intesa Sanpaolo Chief Executive Officer (CEO) Carlo Messina gives press conference after the presentation of the 2017 results and a new business plan on February 6, 2018 in Milan. / AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Questa la lettera che oggi abbiamo inoltrato al dr. Carlo Messina dir.re di Banca Intesa San Paolo

Vicenza, 15/03/2019

Egregio dr. Messina,
vista la situazione di disagio che imprese e risparmiatori ex Popolare di Vicenza e Veneto Banca, suoi correntisti, vivono anche con il suo Istituto, le chiediamo un tavolo di incontro con le associazioni di risparmiatori.

Sicuri in un suo risconto, rimaniamo in attesa.

Cordiali saluti

Luigi Ugone
presidente Ass.ne “noi che credevamo…”

https://noichecredevamo.com/docs/2019_03_15_lettera_dr_Carlo Messina_Intesa_San_Paolo.pdf


Lettera alla Commissaria Europea Margrethe Vestager

Questa la lettera che oggi abbiamo inviato alla Commissaria Europea Margrethe Vestager sottoscritta anche da altre associazioni.

Vicenza, 05/03/2019

Pregiatissima,

chiediamo, come risparmiatori delle banche liquidate, un incontro in delegazione per parlare dei nostri risparmi rubati e della tragedia sociale diffusa che ci ha colpito a causa della situazione creata dalle banche liquidate da norme affrettate e da informazioni che ci sono state negate.

Cordialmente

avv. Corrado Canafoglia – consumatori.it
Marco Cappellari – amicicarife.it
Letizia Giorgianni – vittimedelsalvabanche.it
Luigi Ugone – www.noichecredevamo.com

www.noichecredevamonellabpvi.com/docs/2019_03_05_lettera_commissiaria-europea-Margrethe-Vestager.pdf


ADESSO BASTA: Lettera aperta al Ministro Giovanni Tria

On. Sig. Ministro,

leggiamo in queste ore agenzie in cui Lei dichiara che il bail-in che ha messo in ginocchio il sistema del risparmio, è stato imposto dalla Germania al Governo Letta in cambio di flessibilità sullo spread.

Questo accordo suicida ha comportato non solo un danno al sistema bancario italiano come Lei fa trasparire, ma soprattutto l’azzeramento dei risparmiatori, ergo, e noi lo sosteniamo da anni, siamo tutti vittime.

A questo punto rimettiamo al mittente anche le accuse, uscite nelle ultime ore che, se gli indennizzi non sono ancora partiti, sia colpa delle modifiche volute alla norma dei rimborsi per i risparmiatori.

Facciamo pace con le idee e cerchiamo di essere coerenti TUTTI e, se siamo vittime di un ricatto, perché non ha scritto subito una norma che garantisse veramente a tutti un giusto indennizzo?

Come mai dal Suo Ministero è uscita una prima bozza di Legge per i risparmiatori che era la brutta copia del vecchio decreto Baretta del Pd, una norma per pochi e che garantiva inoltre impunità ai responsabili dei crack bancari? Se avesse scritto subito una Legge giusta per tutti senza se e senza ma, senza arbitrato Consob e altre lungaggini, allora si, caro Ministro, ad oggi i rimborsi sarebbero già iniziati e i risparmiatori si sentirebbero più tutelati. Questo è il vero ritardo che oggi alla luce di quel che lei dichiara non capiamo.

A questo punto esigiamo e attendiamo più coerenza tra le dichiarazioni e i fatti vogliamo che TUTTO il parlamento si faccia carico di approfondire la questione perché non siamo numeri, siamo persone e quello che Lei tecnicamente chiama bail-in noi lo chiamiamo azzeramento del risparmio e del sudore di migliaia di oneste famiglie e se siamo stati gli agnelli sacrificali a nostra insaputa di un vile ricatto sovranazionale abbiamo diritto di sapere.

Cordialmente
Luigi Ugone, presidente Ass. “noi che credevamo…”

documento originale:

https://noichecredevamo.com/docs/2019_02_28_lettera_aperta_al_Ministro_Economia_e_Finanze_Giovanni_Tria.pdf


Mercoledì 20/2 dal Ministro della Giustizia on. Alfonso Bonafede

Mercoledì una delegazione della nostra associazione sarà ricevuta dal Ministro Bonafede per parlare della situazione dei tribunali di Vicenza e Treviso.
Abbiamo fatte nostre, infatti, le istanze dei Presidenti dei due fori che evidenziano mancanze strumentali e di personale amministrativo per poter fare fronte in maniera adeguata ai due maxi processi che riguardano le due Banche Venete.
I Tribunali delle due città oltre alla normale gestione si trovano a gestire entrambi maxiprocessi con moltissime carte e parti civili, e non solo. Ricordiamo inoltre che a Vicenza oltre alla Popolare tra poco sarà incardinato anche il processo sui famosi PFAS con altre migliaia di parti civili possibili.
Non ci possiamo permettere quindi carenze (personale amministrativo… Beni strumentali) che compromettano la giusta gestione e il buon fine di questi processi.


Decreti attuativi… Segnali di Concretezza

In coerenza con quanto detto sabato 9/2 a Vicenza, stiamo tornando dal MEF con la bozza del decreto attuativo per i risparmiatori azzerati.
Entro lunedì le associazioni devono presentare le osservazioni ed eventuali modifiche. Noi ci stiamo lavorando ora nel treno di ritorno perché ogni giorno è prezioso.
Crediamo che anche altre associazioni saranno lige e puntuali sperando che non ci siano ritardi dovuti a barriere politiche o ideologiche da parte dei soliti narcisisti che preferiscono urlare piuttosto che darsi da fare.
Concretezza e avanti.